mercoledì 9 marzo 2016

Una ricetta...nel cassetto!

A volte capita, non sempre (ma qualche volta succede!), di avere una giornata più tranquilla delle altre.
Un giorno in cui ti sembra che il tempo rallenti i suoi ritmi troppo spesso sfuggenti e tutto si svolga con una lentezza e una leggerezza che davvero ti sorprendono.
E così accade che una domenica mattina, mentre in casa tutti sonnecchiano, chi per pigrizia chi perché influenzato, con la mente sgombera da pensieri mi sono ritrovata ad aprire il cassetto della cucina e ho ripescato una ricetta di plum cake che un'amica mi ha dato almeno 6 anni fa e che più volte ho adocchiato e richiuso dentro, ripromettendomi che prima o poi l'avrei provata.
È nato così il mio ciambellone di pan d'arancia: soffice, morbidissimo, leggero come una nuvola e talmente profumato che se chiudi gli occhi ti sembra di passeggiare in un giardino pieno di arance e fiori di zagara.

Cosa occorre:
  • 2 uova
  • 250 gr di zucchero
  • 100 ml di olio di semi
  • un'arancia (preferibilmente biologica)
  • 250 gr di farina 00
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • zucchero a velo

Preparazione:

Prendete un'arancia lavatela, grattugiatene la scorza e spremetene il succo.
Mettete le uova e lo zucchero in una ciotola e montateli con il frustino elettrico.
Aggiungete l'olio di semi e poi poco alla volta il succo di un'arancia e la polpa che è avanzata, avendo cura di togliere eventuali filamenti bianchi che sono rimasti.
Amalgamate tutto fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi.
A parte mescolate la farina setacciata e il lievito. Uniteli al composto precedentemente ottenuto e poi aggiungete la scorza d'arancia.
Imburrate e infarinate leggermente lo stampo per ciambellone e mettetevi il contenuto della ciotola.
Infornate a 180* per 30 minuti.
Appena pronto spolverate il vostro ciambellone con lo zucchero a velo.


Ed eccolo in tutta la sua... dolcezza!





Ops! Dimenticavo di ricordarvi che in alternativa a quello che ho usato potete usare lo stampo da plum cake!

Nessun commento:

Posta un commento