lunedì 14 ottobre 2013

ONE WAY


Da un anno a questa parte ho cercato di guardare dritto e andare avanti imponendomi di non voltarmi mai indietro e questo mi ha aiutato moltissimo a superare tante difficoltà. Per un momento ho creduto di avere recuperato le mie certezze, quelle dalle quali dipende gran parte della mia serenità.
Oggi invece mi ritrovo di nuovo al punto di partenza, anzi per la verità mi sento davanti a un vicolo cieco e quello che mi ritrovo davanti è un muro alto, altissimo, assolutamente invalicabile.
Sono ripartita piena di belle speranze e tante idee da volere realizzare. E adesso? Mah! Niente, non mi viene di fare assolutamente niente di quello che mi ero prefissata. Sono bloccata, senza stimoli. E tutto quell'entusiasmo che possedevo e che mi portava alla convinzione di potere realizzare tutti i progetti che avevo in mente sembra essersi dissolto come una bolla di sapone, schiacciato da una realtà grigia, piatta che non è completamente in grado di offrirti delle possibilità.
Sono stanca, confusa e arrabbiata.  
Possibile che a quasi quarantanni si debba vivere così senza sicurezze? 

Nessun commento:

Posta un commento