domenica 22 ottobre 2017

Tra Santi e Moschee

La Nana quest'anno farà la Prima Comunione e tutti i venerdì ormai è diventato un appuntamento fisso per Antea accompagnarla al catechismo, che peraltro si è rivelato uno e forse l'unico luogo in cui può rilassarsi per un paio d'ore in compagnia delle altre mamme, con l'unica preoccupazione di buttare ogni tanto l'occhio sulla Micronana mentre gioca con gli altri bambini.
Questo venerdì mentre Antea, Nana e Micronana erano in macchina per recarsi all'oratorio, le è arrivato un messaggio vocale, dal tono apparentemente  ironico e allegro, al gruppo Catechismo su WhatsApp i cui effetti tuttavia sono stati identici a quelli scatenati da Malefica quando ha gettato il maleficio sulla povera e innocente Aurora nella favola della Bella Addormentata.
"Buonasera mamme...questo messaggio non è per voi ma per i vostri mariti. Se domenica non vengono anche loro a Messa, la Comunione dei vostri figli potete fargliela fare alla Moschea! Grazie per l'attenzione il vostro Parroco".

Stamattina Antea si è svegliata presto con l'idea di farsi uno shampoo e magari una doccia senza rischiare di dovere essere chiamata per l'allarme cacca-pipì della Micronana o per altre quotidiane emergenze familiari.
Alle 8 si sveglia la piccola che con la vocina ancora fatta di sonno la chiama dalla cameretta con il suo "mamma veni?"
Alle 9 sveglia la Nana, esortandola a prepararsi per andare a Messa. Ed è stato esattamente questo il momento in cui l'innocuo messaggio ha scatenato i suoi effetti...
"Papà... Papààà dai svegliati! Oggi devi venirci pure tu in Chiesa altrimenti Padre R. mi fa fare la Comunione alla Moschea!".
Ebbene, questa domenica la Messa era particolarmente affollata.
Sotto lo sguardo, tra il compiaciuto e beffardo, del Parroco, in fondo alla Chiesa si sono presentati i papà dei bambini del secondo anno di catechesi.
Tutti svegliati di soprassalto da bambini e mamme fortemente affetti da ansia da moschea.
Tutti con l'espressione di chi avrebbe preferito restare un'ora in più a dormire, ma in fondo in fondo orgogliosi di avere scongiurato la temuta maledizione per i loro figli.





1 commento:

  1. Tutto vero! Ma tentare di restare a dormire con la nana che ti urla, ti scopre e ti spinge sarebbe stato inutile.

    RispondiElimina